Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2012

Se ti siedi davanti al pc, ti metti a scrivere, guardi lo schermo e pensi: qui non mi pareva di aver messo un punto; torni indietro con il cursore (per ben due volte), provi a cancellare il punto ma quello non se ne va. Allora osservi da vicino lo schermo e ti accorgi che non si tratta di un punto, ma di un’indefinita macchia tonda, capisci che è tempo di pulire lo schermo.

In fatto di pulizie questi sono due specialisti:  i fratelli Sheen(Estevez) nella commedia, Il giallo del bidone giallo, (1990)

Annunci

Read Full Post »

Il galateo a tavola

Buone maniere a tavola: quando il galateo non capisce una cippa.

Nello specifico concentro la mia breve analisi su: chi deve essere servito per primo? Il galateo esige che si servano prima gli ospiti, poi i familiari, per ultimi noi.

Ma se voi conoscete la cucina, e avete anche e solo un minimo a che fare con il cucinare, capirete come ciò sia sbagliato. Se avete un ospite a cui tenete in modo particolare, e gli servite un primo piatto, ebbene quell’ospite deve essere servito per ultimo. Perché il piatto che avrà il maggiore e più succulento condimento, sarà proprio quell’ultimo piatto, quello preso dal fondo della padella o della terrina in cui, ad esempio, della pasta è stata unita e mescolata con il sugo.

Perciò non affidatevi al galateo, ma al buonsenso (e al sottoscritto): l’ospite a cui tenete di più è quello che va servito per ultimo, perché riceverà il piatto migliore. E se qualcuno degli altri storcerà il naso per questa vostra estemporanea scelta, non invitatelo più a casa vostra, o mandatelo direttamente affanculo e senza passare dal via. Sappiate che voi siete nel giusto, e il vostro ospite ve ne sarà grato.

E a proposito di cene, convivialità e voglia di divertimento, questo è un gran bel film: Invito a cena con delitto

Read Full Post »