Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2010

Pensavo di scrivere un post al giorno con i film che in genere guardo in questo periodo, ma non ce l’ho fatta, perciò li riunisco qui.

Una poltrona per due (regia di John Landis) ormai diventato un classico come solo il Canto di Natale di Dickens (che per altro mi pare sparito dai palinsesti).

 

 

 

Blade Runner tratto dal libro di Philipe K Dick “il cacciatore di androidi” o “ma gli androidi sognano pecore elettriche?” ne è una libera trasposizione, molto libera, ma decisamente ben fatta, da un Ridley Scott in vena.

 

 

The Blues Brothers, ancora Landis, ancora Aykroyd più Belushi, tanta ottima musica con ottimi musicisti e si ride.

 

 

 

La saga di Star Wars, quella vera, ossia i primi 3 film, da guardarsi rigorosamente 1 al giorno con vasca maxi di pop-corn

Read Full Post »

I miei film di Natale

Inauguro con questo post la rubrica: i film che guardo nel periodo natalizio, i miei classici.

Apro con un capolavoro (il film preferito di Magnum P.I. che era solito guardarlo con un pollo di plastica in mano… non so perché): Stalag 17 (1953).

E’ possibile fare un film su di un campo di prigionia tedesco (Stalag), ambientato nel periodo natalizio (seconda guerra mondiale),  in cui sono internati prigionieri alleati (americani principalmente), trasformandolo in una commedia agrodolce, né retorica, né da lacrimuccia facile (anzi lacrime proprio per niente), ma bensì divertente e diretto? Sì, se alla regia c’è il maestro Billy Wilder. Un cast di straordinari attori tutti perfettamente in parte, tra cui un William Holden in gran forma. Da questo film prese spunto la serie televisiva Gli eroi di Hogan, divertente anch’essa.

Read Full Post »

Modalità rock

Le opinioni non valgono un cazzo, perché anche l’ultimo dei coglioni può averne una, e talvolta anche più di una… per carità, la mia è solo un’opinione.

Ho sempre creduto che quanto di meglio hard rock ed heavy metal siano stati in grado di produrre sia cominciato e derivi da qui (ogni tentativo di cover è solo una banalizzazione dell’originale):

“I got blisters on my fingers” credo lo si potrebbe prendere come slogan-manifesto per definire il rock

Read Full Post »

Il Grinch ha rubato il Natale

Il Natale è un periodo dell’anno che divide le persone tra favorevoli e contrari ad entrare nello spirito natalizio, chi lo ama, chi è indifferente,  a chi non piace ecc. Divide come solo un’altra festività fa: San Valentino.

A me il Natale è sempre piaciuto, in questo periodo divento sentimentale, e sono felice. Quando mi svegliavo (e l’ho fatto per anni e anni) alle 6 di mattina e alle 6.20 (tempi calcolati al secondo tipo Fantozzi) ero già fuori di casa, attraversare le strade deserte, immerse nel silenzio, e vedere un’altrettanto silenziosa esplosioni di luci intermittenti provenienti dagli alberi di natale e dalle decorazioni, per me era qualcosa che mi scaldava le budella, come solo una rosetta calda con il musetto. Sì, mi è capitato di fare colazione con una rosetta calda (pane) con cotechino anch’esso caldo dentro. Questo senso di pace, silenzio e gioia che assorbivo e godevo nel gelo di quelle mattinate per me era il Natale.

Quel senso di gioia e intimità e calore e luce, e silenzio, e gioia, e intimità e calore mi piace condividerlo con le persone che amo… con la ragazza che amo dato che come inclinazione alla vita sono abbastanza selvatico. Aristotele scrisse che le persone aliene dalla socialità sono o dèi o bestie. Io mi riconosco abbastanza nella seconda e non per vezzo ma per natura. Il Natale si è arricchito di significati nuovi, di un mondo di esperienze da scoprire e condividere, e ora per scaldarmi le budella non ho più bisogno del panino con il musetto, e anzi mi scaldo decisamente tutto e di più grazie a lei.

Veniamo al titolo del post: che sia la crisi o non so che, ma quest’anno nel mio quartiere niente decorazioni luminose in strada, e pochissime nelle case dei privati. Molti tra gli alberi più belli, che venivano allestiti nei giardini, non sono stati fatti e uno ha voglia ad alzarsi alle 6 per farsi scaldare il cuore dalle lucette intermittenti che sbocciano nel silenzio di una mattina fredda. Qua non sboccia niente. Resta solo il freddo.

E’ triste per certi versi. Lo so che il Natale non è solo questo, ma comunque la luce della festa ne è una parte importante. Almeno per me. Se però cerco il significato autentico di questa festa so d’essere fortunato, molto fortunato, perché c’è chi mi ama, c’è una persona speciale che mi ama con cui condividere momenti speciali e perciò sono grato di questo, e non ho bisogno d’altro.

E nel clima strappa mutande e lacrime che tra poco si insinuerà, specie quando vedremo zoppicare il piccolo Tiny Tim e Mortimer e Randolph mandati in malora da Eddy Murphy e Dan Aycroyd (una Poltrona per due è un classico di Natale) e Cajkovskij ci ronzerà nelle orecchie

vi auguro di passare delle feste serene con chi vi ama davvero, e che Dio ci benedica tutti (questo è sempre Tiny Tim)

Read Full Post »

Elogio dell’amicizia

Sintetico, schietto, sublime, intelligente, paradossale elogio della vera amicizia (maschile) enunciato dall’architetto Melandri alias Gastone Moschin in Amici miei atto secondo

Read Full Post »

Ce l’ho fatta!

E’ incredibile ma finalmente ce l’ho fatta, ed è ancora più incredibile che io passati tutti questi anni (dal dicembre 2007) ci abbia sempre pensato.

Tutto accadde, all’inizio di quest’avventura bloggara, sul blog di ACRIMONIA ed esattamente qui, si parlava di spot della Levi’s e io ne ricordavo uno visto solo su MTV, quando quest’emittente non aveva ancora diffusione nazionale. Uno dei miei preferiti, e credo d’essere uno dei pochi ad averlo visto (fortuna che anche Micia lo ricordava perché devo ammettere che ad un certo punto io per primo cominciai a dubitare della mia sanità mentale) invece eccolo, sì è lui, ecco lo spot, dopo 3 anni!!!!

Devo mettere il link perché l’incorporamento del video è vietato sui blog, peccato. A Monia: peccato anche che tu non abbia l’audio, la canzone della colonna sonora è la bellissima Piece of my Heart, cantata tra le altre anche da Janis Joplin, hai presente?

http://www.youtube.com/watch?v=uG65lnI3ZkU

Read Full Post »